Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2018

L’Abruzzo regione dei castelli

Immagine
L'Abruzzo è  una delle poche regioni italiane abitate dall’uomo con continuità ininterrotta da almeno 300.000 anni. Qui l’uomo ha trovato i due elementi essenziali per la sopravvivenza: cibo e riparo, risorse e protezione. Sin dalla preistoria, l'uomo ha fatto dell'Abruzzo uno dei propri rifugi sicuri attratto dalle risorse ambientali che questa terra sapeva offrire: un clima assai vario, grazie alle sue maestose montagne, molti corsi d'acqua, grandi foreste ricche di fauna, strette valli protette, vasti altipiani montani, terreni fertili con laghi e pianure. La natura ospitale del territorio ha dunque favorito la stanzialità dell’uomo, che fin dall’antichità si è organizzato in centri abitati stabili, ben muniti e difesi. I molti recinti di difesa di epoca italica, come Pallanum, che domina la val di Sangro, o Colle del Vento, presso Piano Vomano, ne sono testimonianza eloquente.
Con la caduta dell’impero romano e le invasioni barbariche, i lunghi secoli di pax roman…

Calascio

Immagine
Calascio è un comune italiano di 134 abitanti della provincia dell'Aquila in Abruzzo. Faceva parte, fino al 2008, della Comunità montana Campo Imperatore-Piana di Navelli. Il territorio del comune rientra nel territorio del Parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga costituendone di fatto una delle porte di accesso nella sua parte meridionale.
Il borgo è situato nell'entroterra abruzzese, nel parte meridionale del massiccio del Gran Sasso d'Italia, al di sotto della vasta piana di Campo Imperatore, in posizione panoramica sulla valle del Tirino, ad un'altitudine di poco superiore ai 1200 m s.l.m.. Al di sopra del paese, arroccata in cima ad un monte, a 1460 m, è sita Rocca Calascio con il suo borgo medioevale disabitato, ora riscoperto e ristrutturato.
È raggiungibile dalla strada statale 17 svoltando in prossimità di Barisciano o, in alternativa, di San Pio delle Camere, oppure da Ofena-Capestrano. Da nord è inoltre possibile arrivare al paese attraversando Ca…

Lago di Calascio

Immagine
Minuscolo lago alimentato da una risorgenza.
Si trova a circa 2Km. dall'abitato di Calascio, seguendo la strada provinciale in direzione di Castel del Monte per circa un chilometro, in fondo alla discesa dei Metericchi vi è un tornante e subito dopo sulla sinistra si imbocca la strada bianca che conduce al lago di Calascio (circa 1 Km.), si vede dal Castello.
Posto in una conca di piccoli campi coltivati, lo specchio d'acqua si increspa per le brezze estive e si congela completamente nei mesi invernali, quando le temperature possono essere molto rigide.
E' un posto ideale per colazioni all'aperto, attrezzato con barbeque in pietra. Possibili belle passeggiate in tutte le direzioni, contemplative di una agricoltura biologica da sempre, in quanto tranne il passaggio dal traino animale a quello del trattore, le coltivazioni non hanno mai subito uso di pesticidi.
In inverno, quando il manto nevoso lo consente, è piacevole andarci e tornare con gli sci o con le ciaspole. Le…